logo

Carlo Martello e la battaglia di Poitiers

Nel secolo VIII, sotto i re merovingi, chiamati i “re fannulloni”, il regno dei Franchi è dilaniato da guerre e lotte di potere.

Ma la minaccia più grave arriva dai saraceni che, dopo aver occupato la Spagna, puntano verso la Francia. A Poitiers, poco distante dalla città di Tour, i Franchi si affidano a Carlo Martello, maggiordomo d’Austrasia, per fermarne l’avanzata.

Lo racconta il professor Alessandro Barbero, ospite di Massimo Bernardini, a “Il Tempo e la Storia”, il programma di Rai Cultura.

Il 17 ottobre 732, esattamente un secolo dopo la morte di Maometto, l’esercito dei Franchi sconfigge i musulmani guidati da Abd ar-Rahman e ne arrestano definitivamente la marcia.

Comments are closed.