logo

Georges Seurat

Un giorno di primavera più di un secolo fa un giovane pittore francese inzia un dipinto che diventerà uno dei quadri più amati, studiati e più enigmatici della storia dell’arte: ‘Una domenica pomeriggio sull’isola della Grande Jatte’.

Quest’opera sia un esperimento che un’ossessione: Seurat ci lavora per due anni per poi ricoprire l’intera tela coprendo quei sei metri quadrati con piccolissimi tocchi di pennello.

Sulla rivista culturale di comunicazione “Polisemantica, il mondo in un segno” potete anche leggere l’articolo relativo.

Comments are closed.